Mettiamoci a nudo.

OK, potete riaprire gli occhi. Non ci sono foto in questo post.

Rileggendo il post precedente ho pensato che qualcuno dei lettori potesse sgranare gli occhi ed esclamare: “Eh? BDSM?”

Ebbene sí, ho i miei lati oscuri. Sono un sadomasochista, anche se il termine piú corretto sarebbe … ahem… Sub/Switch Soft Non-Patologico Podolatra. Spiego punto per punto, cominciando dalla fine.

Podolatra: Solitamente si usa la struttura “feticcio” + “filía” ma nel caso dei piedi viene fuori “podofilia” che suona malissimo e si presta ad equivoci imbarazzanti. “Salve, sono un podofilo” é un pessimo modo di iniziare una conversazione. Oddei, anche “Salve sono un podolatra” non é granché… Comunque, mi piacciono i (bei) piedi femminili. É probabilmente legato agli altri punti, baciare i piedi é un segno tradizionale di sottomissione, ma é anche correlato a aspetti piú sottili sul piano energetico. I piedi sono il tramite delle energie terrestri e il piede nudo rinforza questa immagine. Un piede nudo femminile che calpesta la terra o l’erba richiama fortemente la madre terra, cosí come un piede femminile sulla sabbia del mare riporta al mare generatore. Entrambi sono, da soli, immagini di grande sensualitá senza alcuna valenza strettamente sessuale. Non a caso il feticismo per i piedi sembra essere in assoluto il piú comune, seguito da quello sulle scarpe (che poi ne é parente stretto).

Non-Patologico: É importante specificarlo. Il feticismo é lo sviluppo di un desiderio sessuale a fronte di una situazione o un oggetto privo di connotati sessuali diretti. Non é feticismo, per esempio, eccitarsi di fronte a un bel seno, mentre lo é davanti a un paio di bei piedi, a un corpetto di cuoio o a un piercing. Tale eccitazione puó avere una valenza patologica o non patologica. Nel primo caso il feticista é incapace di provare eccitazione al di fuori del proprio feticcio, mentre nel secondo caso il feticista ha una vita sessuale normale e semplicemente gli piacciono “di piú” certe cose rispetto ad altre.

Sub/Switch Soft: Nel linguaggio BDSM si usano le espressioni Sub (a volte bottom) e Top per indicare la personalitá sottomessa (sub, da submissive) e quella dominante (top, che sta sopra). I termini Master (Mistress) e Slave sono evitati perché si riferiscono piú al “personaggio” interpretato che effettivamente al “ruolo”. Ci sono presunti Master che fanno tutto ció che chiede la Slave, col risultato che il vero dominante (Top) é proprio chi viene dominato (i rapporti sadomaso sono complicati…). Uno switch (interruttore) é invece una persona capace di ricoprire entrambi i ruoli a comando. Io sono un sub, preferenzialmente, ma quando le circostanze lo richiedono (ovvero quando la mia compagna richiede una persona dominante) so ricoprire anche il ruolo di top. Soft indica che in nessuno di questi ruoli mi abbandono agli eccessi che molti immaginano quando si pensa al BDSM. Sotterranei poco illuminati con sub incatenati e Master / Mistress vestiti di cuoio che li frustano a sangue… qualcuno lo fa, ma per lo piú stiamo parlando di scene da film.
Nella realtá, é molto piú comune che il rapporto SM si manifesti entro limiti piú ragionevoli. Quattro schiaffi o due sculacciate sono molto piú frequenti.
Io poi, sono ancora piú soft. Non sono particolarmente interessato al dolore fisico, trovo piú eccitanti situazioni piú elaborate, sottili, come umiliazioni o costrizioni, a volte legami (da non confondere col bondage che é legato, ma non la stessa cosa).

Perché questo “outing”? Non certo per mettervi a parte della mia vita sessuale (per caritá, leggete un elenco del telefono che é piú eccitante!) ma per levare un po’ di maschere e – possibilmente – far capire quanto non ci sia niente di anormale nell’avere i propri gusti sessuali.

1 Commento

Archiviato in Lifestyle

Una risposta a “Mettiamoci a nudo.

  1. La biticino qui presente ringrazia per questo divertentissimo post…
    Sai, credo proprio che nei prossimi giorni potrei copiarti l’idea e scrivere anche il mio outing… anche se… bè, credo proprio che non siano molte le persone capaci di credere alla mia “innocenza” :p

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...