Gli Aspetti della Dea

Oggi stavo riflettendo sulle donne e sulle dee, e mi sono reso conto di quante poche donne “tipo” siano divinizzate. Mi spiego meglio, il grosso delle divinitá femminili ricade in due categorie principali:

  1. Le Dee Vergini: che, badate bene, non sono necessariamente vergini nel senso in cui intendiamo noi, ma che si fregiano comunque della loro castitá e indipendenza (Artemide, Atena, Kali, etc.)
  2. Le Dee “Allegre”: che sono spesso sposate ma che si concedono liberamente (Freyja, Afrodite, etc.)

Sono invece abbastanza rare, tra le divinitá “maggiori”, le dee “mogli ideali”, che normalmente sono legate proprio alla funzione di “custode del matrimonio” (Hera, Frigg, etc.)

E’ curioso che questa larga fetta di dee sia indipendente e padrona della propria sessualitá (che é poi il significato originario di vergine). Ma a rifletterci bene, una Dea é una Dea. Come potrebbe essere altrimenti?

Lascia un commento

Archiviato in Paganism

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...