Omofobia.

L’altra sera mentre facevo esercizi mi sono ritrovato a riflettere su una cosa. Cosa è l’omofobia?

Il suo significato usuale è “odio verso gli omosessuali”. A parte la scelta – interessante – di associare l’odio alla paura, da un punto di vista strettamente semantico il significato è diverso. Traducendo brutalmente, è paura di ciò che è omoios, simile.

A ben guardare cioè, è paura di sé stessi. Di confrontarsi con il proprio lato femminile /maschile,  di scoprirsi diversi e di dover affrontare la società e gli altri omofobi.

Tutti noi affrontiamo una fase in cui viene definita la nostra sessualità. Quando questa fase viene forzata e non elaborata il risultato è invariabilmente bacato.

Tale forzatura è più brutale verso gli uomini. La figura imperante del “maschio” non ammette deviazioni di sorta pena l’esclusione sociale. “Finocchio” diventa un insulto non solo verso chi è omosessuale, ma anche verso coloro che – da etero – non rispondono ai canoni sociali del “maschio” tipo. Per le donne tale discriminazione assume un tono più sottile. L’essere lesbica assume un connotato a parte (spesso con toni sessuali impropri), e viene ostracizzato più che per il suo impatto “immediato”, per quello “dilazionato”. Per capirci meglio, la vera stigmatizzazione arriva nel momento in cui la donna abbandona il suo ruolo “atteso” di madre.

La asimmetria è in parte legata alla preponderanza maschile nella “cultura” durata fino a tempi recenti (un uomo tende ad essere omofobo maggiormente – appunto – verso gli omoioi) e in parte grazie al forte lavoro di emancipazione svolto dalle donne per infrangere le barriere dei sessi.

Il “sesso debole” ha conquistato per sé il diritto di indossare dei pantaloni – per esempio – mentre un uomo con la gonna suscita ancora ilarità. Sarà forse il tempo per un nuovo maschilismo, non volto a opprimere la donna in una posizione anacronistica, ma volto a emancipare l’uomo stesso dal cliché che si è cucito addosso?

Lascia un commento

Archiviato in Lifestyle

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...