Famiglia Tradizionale, Naturale, Sacrale…

Non voglio unirmi alla discussione “pro” e “contro” Barilla. Trovo che ognuno abbia diritto alle sue opinioni, anche quando male espresse, e che debba vivere con le conseguenze delle sue azioni. Per inciso, per quanto non mi sia piaciuto il discorso di Barilla a “La Zanzara”, trovo molto peggio le scuse a posteriori. Quando uno ha una sua idea e un suo punto di vista, dovrebbe anche avere la coerenza di difenderlo.

Quello su cui vorrei fermarmi a riflettere, è il concetto di Famiglia, che per qualcuno è “tradizionale” (ovvero si è sempre fatto così) per altri “naturale” (è biologico che debba essere così) e per Barilla e altri che la pensano come lui addirittura “sacrale” (Deus lo vult). Sull’ultimo aspetto non entro in merito, è un qualcosa che dipende solo ed esclusivamente dalle opinioni che ciascuno ha il diritto di avere (ma non di imporre), almeno fino a che non ledono la libertà altrui.

Sugli altri due, ho parecchi dubbi. Cominciamo dal concetto di “famiglia naturale” fatta di un padre e una madre. Non esiste niente del genere in natura. Fatta eccezione per pochi mammiferi, la stragrande maggioranza ha un meccanismo con un maschio dominante e tante femmine fattrici (che, volendo, sarebbe più famiglia naturale di quella 1+1=figli). Se poi ci allarghiamo al resto delle classi (rettili, uccelli, insetti…) troviamo di tutto e di più, da animali che fecondano senza neanche conoscere il partner, a coppie omosessuali.

Quindi esattamente quale sarebbe questa famiglia “naturale”? Non c’è dubbio che per procreare siano necessari un maschio e una femmina della stessa specie, ma è una famiglia? No, non lo è. La famiglia è un istituto culturale, non biologico, e come tale è soggetta a mutamenti. I nostri “cugini” più prossimi, scimpanzé e gorilla, non rispondono a questo modello. I gorilla, come anche diverse comunità umane “primitive” (passatemi il termine), hanno un orientamento poligamico. Gli scimpanzé sono invece un modello separato, aperto, in cui tutti si accoppiano con tutti, potenzialmente, sulla base di quando la femmina va in estro, delle rispettive posizioni di dominanza nel gruppo, e dell’abilità del maschio. Quello che tra noi umani si chiama “rave”.

Quindi resta il concetto di famiglia “tradizionale”. Quella che, secondo un giornalista, è “quella sulla quale è sempre stata fondata la società umana”. Sempre. Bellissimo, definitivo. Falso. Vogliamo parlare di culture amerindie poligamiche? Del medio oriente? Ma andiamo oltre, restiamo a casa nostra. Anzi andiamo alla radice della nostra “civiltà”, greci e romani. Nell’antica Grecia non c’era nessuna forma di biasimo nei confronti dell’omosessualità, tanto che uno degli eroi per antonomasia, Achille, era palesemente omosessuale. Alessandro il grande era presumibilmente bisessuale (anche se gli insegnamenti del suo mentore lo hanno sempre portato lontano dai rapporti puramente carnali). Giulio Cesare è stato accusato ripetutamente di sodomia, pur avendo avuto amanti donne.

Tra i popoli scandinavi (diciamo, Vichinghi), i rapporti extra matrimoniali erano cosa comune, il matrimonio ridotto a un mero sistema per stringere alleanze, o accedere a risorse economiche. Non era affatto considerato anomalo che uno o entrambi i coniugi cercassero storie discrete extraconiugali (anche se le gravidanze venivano punite).

Insomma, questo “sempre” è fiacco e debole. Non esiste niente che sia una forma di famiglia che è “sempre” stata valida. Le culture cambiano, le condizioni economiche cambiano. Non vedo perché il concetto di famiglia dovrebbe rimanere lo stesso.

Lascia un commento

Archiviato in Lifestyle, Paganism

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...