Cibo etico

Da un po’ di tempo a questa parte (almeno due anni) sono intento a riflettere sugli aspetti etici dell’alimentazione. Coinvolto mio malgrado nella diatriba veg/non-veg, mi sono trovato ad approfondire il tema sotto diversi punti di vista. Quello che segue non vuole essere una presa di posizione né per un lato né per l’altro. Al momento non sono vegetariano ma ritengo questa una scelta soggettiva e rispettabile quando ragionevole e ragionata.

Anche da non vegetariano, tuttavia, mi trovo spesso nella condizione di valutare quali cibi siano etici e quali no, nell’obbiettivo di minimizzare il mio impatto sul pianeta e (forse) dare l’esempio ad altri per fare altrettanto.
Questo genera però non pochi problemi, il mangiare “etico” è una scelta resa molto complessa dalla società in cui viviamo. È etico non mangiare carne ma poi usare prodotti che sfruttano popolazioni dei paesi in via di sviluppo? È etico mangiare cibo che viene dall’altra parte del pianeta e ha comportato un enorme consumo di combustibili fossili quando avremmo potuto mangiare cibo a chilometro zero?

Non so dare una risposta definitiva, penso che la scelta sia più un cammino che una regola magica che risolve tutti i problemi, ma ho voluto riassumere tutti i punti in cui un determinato cibo può farci “inciampare” sulla via dell’etica. Sarebbe bello avere maggiori informazioni su ciò che mangiamo, anche se questo – purtroppo – è possibile molto di rado.

(Per non ripetermi, premetto che per tutti i tipi di carne qua sotto vale la regola che si tratta di un animale, e quindi se non si ritiene etico ucciderlo… vale in tutte le categorie.)

Carni di animali da allevamento

  • l’animale può essere stato allevato in modo industriale, irrispettoso delle sue esigenze come essere vivente.
  • l’animale può essere stato macellato in un mattatoio industriale privo di norme di sicurezza per il personale
  • qualsiasi allevamento che sfrutti in modo intensivo l’animale può anche comportare colture estensive per ricavare i mangimi

Carni di animali da caccia

  • l’animale può essere stato ucciso fuori stagione o fare parte di uno sfruttamento intensivo di zone di caccia

Pesce

  • l’animale può essere vittima di sfruttamento intensivo di zone di pesca ed essere a rischio estinzione (es. Tonno Rosso, Salmone, Pesce Spada)
  • l’animale può essere stato pescato con tecniche dannose per il patrimonio ittico (es. pesca a strascico)

Vegetali

  • colture estensive comportano danni pesanti all’ecosistema
  • alcune forme di raccolta e di preparazione del terreno comportano la morte di centinaia di animali
  • l’uso di pesticidi può danneggiare seriamente l’ecosistema
  • la raccolta può essere stata effettuata in modo non etico (p.e. da manodopera in nero)
  • alcuni prodotti vegetali di basso valore (grano, mais, riso, soja…) possono provenire da zone molto lontane con conseguente danno ecologico

Lascia un commento

Archiviato in Cooking, Lifestyle

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...