Archivi categoria: Death

Arte e Meraviglia

Questa serie di opere giapponesi sono assolutamente meravigliose.

http://www.britishmuseum.org/research/collection_online/collection_object_details/collection_image_gallery.aspx?partid=1&assetid=603867&objectid=3168105

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Death

Un Negromante…

Un negromante è solo.
Due negromanti sono fratelli.
Tre negromanti sono un problema.

Lascia un commento

Archiviato in Aphorisms, Death

Quando Morirò 2

Vi prego non fatemi necrologi e addii su Facebook. Tanto non li leggo.

Lascia un commento

Archiviato in Chronicle, Death

I pericoli del fumo… e della statistica.

“Sai che ogni anno 6 milioni di persone muoiono a causa del fumo?”

Cosí inizia il solito ennesimo articolo scandalistico. Iniziamo subito a far notare che “a causa del fumo”, significa solitamente o malattia Cardiovascolare (12.6% delle morti) o Ischemia cerebrale (9.7%) delle morti (v. http://en.wikipedia.org/wiki/Mortality_rate), entrambe ugualmente ascrivibili a cattiva alimentazione, poco movimento fisico, stress, etc. ovvero allo stile di vita Occidentale. Tralasciamo inoltre che entrambe queste cause di morte, insieme alla terza (Infezioni polmonari, 6.8%), sono quelle che potrebbero finire sul referto autoptico di una persona “morta di vecchiaia”. Quale fetta di questo 30% circa delle morti era in etá avanzata?

Ma concentriamoci per ora solo sul sensazionalistico numero. 6 milioni di persone! Un numero “magico”, come i morti dell’Olocausto! Peccato che, facendo un rapido calcolo, si potrebbe altrettanto facilmente dire “Sai che ogni anno piú di 50 milioni di persone muoiono per altri motivi?

La mortalitá mondiale é infatti di circa 8.3 persone su 1000 (un numero che, perdonate un povero negromante, ma davvero mi sembra basso se considerate che la natalitá é stimata a 19.4 su 1000, abbiamo un tasso di crescita pericoloso). A fronte di una popolazione di circa 7.000.000.000 di abitanti salta fuori che ogni anno muoiono 58.000.000 di persone circa. Se di queste consideriamo quelle che (come lascia sottintendere il terrorismo del titolo) sono morte giovani, ovvero del 30% di sopra presumibilmente circa il 10% nei paesi occidentali… restano 600.000 persone (e ancora, non stiamo distinguendo il problema del fumo da quello del cattivo stile di vita: obesitá, poco movimento, smog, etc.). Non poche certo, anche una morte é una tragedia, per caritá.

Ma vogliamo parlare del fatto che in occidente ci sono ogni anno 500.000 suicidi? Sono l’unico che trova la cosa enormemente piú grave?

Vogliamo parlare del fatto che nei paesi in via di sviluppo muoiono ogni anno 2.700.000 persone di AIDS, e ci sono ancora persone che rifiutano l’uso del preservativo? Del fatto che 1.800.000 persone muore di D I A R R E A, ne vogliamo parlare?

Peró, é importante che smettiate di fumare. Mi raccomando eh?

Lascia un commento

Archiviato in Death, Lifestyle

Datemi corda.

Esiste una formula ben precisa per calcolare la distanza di caduta di una persona perché un’impiccagione risulti in morte per rottura della colonna cervicale e non per soffocamento (o, se la caduta é davvero troppo lunga, decapitazione).

Secondo queste formule, che non posteró ma che trovate in giro per la rete, adottando il criterio moderno mi occorre circa 170 cm di caduta con una fune adeguatamente trattata (ovvero non elastica, bollita e insaponata). Se considerate che la mia testa si trova giá a circa 170 cm dal corpo é facile vedere che dovrei annodare la corda a circa tre metri e mezzo dal pavimento per fare le cose per bene.

Poiché il mio appartamento é alto 280 cm direi che per il momento il ballo degli impiccati lo lasciamo perdere.

Lascia un commento

Archiviato in Death